fbpx

Cessione del quinto a cattivi pagatori

La Cessione del quinto è un finanziamento non finalizzato che può essere richiesto da tutti i dipendenti statali, pubblici o privati e da chi percepisce una pensione. Trattandosi di un prestito garantito e non finalizzato che si basa su una trattenuta diretta sulla busta paga o sul cedolino della pensione, chiunque può farne richiesta (ne abbiamo parlato nell’articolo Richiesta Cessione del Quinto: tutto quello che c’è da sapere). Ma come funziona con i cattivi pagatori?

Cattivi pagatori: chi sono?

I cattivi pagatori, come i protestati e i pignorati, sono coloro che hanno alle spalle una segnalazione per insolvenza. Solitamente i cattivi pagatori sono segnalati al CRIF (Centrale Rischi Finanziari) per un ritardo nel pagamento di rate di un mutuo o di un prestito. Queste persone difficilmente riusciranno a ottenere un nuovo finanziamento e, qualora ci riuscissero, si tratterebbe di cifre minime a tassi elevati. Per loro, l’unico modo per ottenere un prestito senza problemi è la Cessione del quinto.

Si rimane cattivi pagatori per sempre?

La risposta è no, poiché la lista nera in cui si finisce per un problema finanziario ha una scadenza. Indicativamente il tempo di permanenza nella lista dei cattivi pagatori è legata alla gravità dell’inadempienza e può andare da 12 a 36 mesi. Allo scadere dei 36 mesi, se la situazione non è cambiata, la presenza nella lista nera può comunque essere rinnovata fino a un massimo di 5 anni.

Come scoprire se si è dei cattivi pagatori?

Per scoprire se il proprio nome è finito in una lista di cattivi pagatori, basterà accedere ai SIC (Sistemi di Informazioni Creditizie). Attraverso l’invio di un modulo, corredato di copia del documento d’identità e del Codice Fiscale, sarà possibile scoprire se si è o meno nella lista. In ogni caso, difficilmente si finisce in una lista di cattivi pagatori senza preavviso. Infatti, solitamente, prima si riceve un sollecito di pagamento.

Cessione del quinto: la soluzione per i cattivi pagatori

Come già anticipato, per i cattivi pagatori l’unico modo per ottenere un finanziamento senza grosse difficoltà è la Cessione del quinto. Trattandosi di un prestito non finalizzato a rata fissa trattenuta direttamente dallo stipendio o dalla pensione, la richiesta può essere fatta pressoché da chiunque abbia uno stipendio o una pensione. Essendo infatti il datore di lavoro o l’ente pensionistico a versare la rata mensile all’istituto sovventore, non ci sarà alcun problema di ritardo o di mancato pagamento. Ecco perché la soluzione ideale per cattivi pagatori è la Cessione del quinto.

Spesso ogni casistica è differente, per questo non perdere l'occasione di chiedere senza impegno ai nostri esperti!

Prenota la visita di un Consulente

Compila il Form per scoprire il prestito su misura per Te!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Scopri di più