fbpx

Delegazione di pagamento e cessione del quinto

Delegazione di pagamento e cessione del quinto: di cosa si tratta?

Quando si parla di doppia cessione del quinto si fa riferimento a una forma di prestito al consumo conosciuta anche con il nome di delegazione di pagamento. Essa viene messa a disposizione dei lavoratori dipendenti delle amministrazioni private o pubbliche che, in questo modo, hanno la possibilità di ripagare un debito per mezzo di trattenute effettuate ogni mese in busta paga.

Nel caso di delegazione di pagamento e cessione del quinto, la concessione del finanziamento è possibile in virtù di una convenzione che viene stipulata tra il datore di lavoro e l’istituto di credito.

Cessione del quinto e delegazione di pagamento: come funziona?

I lavoratori che hanno ottenuto un prestito attraverso la cessione del quinto dello stipendio, pertanto, hanno la possibilità di usufruire della delegazione di pagamento. Si parla di doppio quinto proprio perché oltre al quinto dello stipendio trattenuto per il primo prestito può essere trattenuto un altro quinto.

Per altro, ci sono dei casi in cui il limite del 40% (pari, appunto, a due quinti) può essere innalzato, ma a condizione che non venga superato il 50% dello stipendio. Il lavoratore che intende usufruire di questa formula dà al proprio datore di lavoro il mandato di trattenere mese dopo mese la rata che deve essere corrisposta alla banca creditrice.

Che cosa cambia tra la delegazione di pagamento e la cessione del quinto

La principale differenza tra cessione del quinto e delegazione di pagamento va individuata nella platea che può accedere ai due finanziamenti. Infatti, la delegazione di pagamento non può essere ottenuta dai pensionati, dal momento che gli enti pensionistici hanno preso la decisione di non consentire la trattenuta dei due quinti sulla pensione.

Al prestito con delega di pagamento possono accedere, invece, i dipendenti privati che hanno un contratto di lavoro a tempo indeterminato, quasi tutti i dipendenti pubblici e i dipendenti statali. Non sono esclusi coloro che hanno altri impegni finanziari e nemmeno chi in passato ha avuto problemi di credito.

Vale la pena di tener presente, in ogni caso, che alcuni intermediari finanziari e alcune banche potrebbero scegliere di consentire la fruizione di questa modalità di credito al consumo unicamente a chi ha accumulato un TFR superiore a un certo limite o ha raggiunto una particolare soglia di anzianità. Come per la cessione del quinto, non è necessario presentare giustificativi di spesa né motivare le richieste.

Vuoi maggiori informazioni sulla delegazione di pagamento con cessione del quinto?

Per sciogliere qualsiasi dubbio sul doppio quinto, non esitare a contattarci o a compilare il form sottostante! Confrontandoti con un esperto, potrai trovare la soluzione più adeguata alle tue esigenze.

Spesso ogni casistica è differente, per questo non perdere l'occasione di chiedere senza impegno ai nostri esperti!

Prenota la visita di un Consulente

Compila il Form per scoprire il prestito su misura per Te!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Scopri di più